Archivi tag: Musei Vaticani

“Laocoonte: La scoperta e il mito” un bellissimo filmato a cura di Laura D’Angelo dal sito “Capitolium”

Un bellissimo filmato a cura di Laura D’Angelo tratto dal sito “Capitolium” sulla storia del celeberiìrimo gruppo statuario del “Laocoonte”, ora nei Musei Vaticani,  ritrovato nel XVI secolo in una vigna dell’Esquilino

Il Laocoonte dei Musei Vaticani e il suo scopritore Felice de Fredis

Di Hagesandros, Athenedoros, and Polydoros – LivioAndronico (2014), CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36412978

In un articolo di Claudia Viggiani dal titolo “Il Laocoonte dei Musei Vaticani e il suo scopritore Felice de Fredis” la storia del ritrovamento di questo gruppo marmoreo trasportato a Roma per volere di Tiberio nel 2d.C.  ed inserito negli Horti di Mecenate che erano divenuti la sua dimora.  Già nell’antichità veniva definito come “l’opera più bella di tutte ” da Plinio il Vecchio e nel 1506 si occuparono del suo recupero personalità del calibro di Giuliano da Sangallo e lo stesso Michelangelo Buonarroti.

Tour Virtuale nei Musei Vaticani

Che ne dite  di fare un bel tour virtuale nei Musei Vaticani, uno dei musei più belli e più importanti del mondo, visto il particolare momento che stiamo attraversando?

#iorestoacasa Cerchiamo da una parte di essere responsabili per cercare quanto più possibile di contrastare il contagio del coronavirus, dall’altra utilizziamo in maniera intelligente il tempo libero in più  a disposizione per arricchire la nostra cultura e la nostra mente.

Mettetevi comodi sul vostro divano o sulla vostra poltrona preferita e cliccate sul link qui sotto: un mondo di arte, storia e bellezza si aprirà come per incanto davanti ai vostri occhi!

Buona visione

Tour virtuale nei Musei Vaticani

 

Perchè il gruppo del Laocoonte in evidenza? Non solo perchè è una delle opere più importanti dei Musei Vaticani, forse appartenuta alla dimora dell’Imperatore Tito, ma perchè venne ritrovata nel nostro amatissimo Rione Esquilino il 14 gennaio 1506 e si occuparono del rinvenimento e del successivo trasporto al Vaticano, Michelangelo Buonarroti e Giuliano da Sangallo .