“River” e “Inshallah” martedì e “Zaynab’s Sisters” mercoledì al Piccolo Apollo

in collaborazione con      
             

presentano

SGUARDI DIRITTI
Sguardi diritti verso un mondo che cambia
rassegna di documentari dedicata ai diritti umani

Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
  c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma



in attesa dell’appuntamento di apertura di lunedi 5 marzo,
curato da Apollo 11 e Officine
ecco il programma dettagliato delle due serate successive,
curate rispettivamente da Casa dei Diritti Sociali e Un Ponte Per

secondo appuntamento
a cura di FOCUS – Casa dei Diritti Sociali

martedì 6 marzo 2012 – ore 20:00

i registi
Tommaso Cammarano, Antonio De Matteo , Antonio Laforgia
e
Riccardo Noury
(Amnesty International)
Concetta Ricciardi
(Associazione Spirit Romanesc)

presentano

RIVER
un documentario di
Tommaso Cammarano e Antonio De Matteo


Italia, 2011, 11’33”, colore

River è un corto realizzato dal percorso del laboratorio “Voglio fare Cinema” previsto all’interno del Progetto “Io Romano, Tu Rumeno, Egli Rom”, che Focus Casa dei Diritti Sociali ha svolto con il contributo della Provincia di Roma nell’ambito della L. 286/98.
Nato quasi per scommessa nell’ambito delle attività del progetto, il laboratorio tenuto da Tommaso Cammarano ed Antonio De Matteo (due professionisti del cinema ed educatori) si è posto come obiettivo primario quello di far ragionare i ragazzi sulle differenze che dal mondo dei “grandi” vengono fatte vivere spesso come costitutive e insuperabili.
Due coppie. Un rom e una romana, il fratello di lei e la sua migliore amica, in uno speciale pomeriggio d’estate lungo le sponde del Tevere fino alla periferia della capitale, scopriranno di più sull’amore, l’amicizia e il rispetto dell’altro.

Direttore della Fotografia: Roberta Allegrini Aiuto Regia: Antonio De Matteo – Sceneggiatura: Tommaso Cammarano e i ragazzi del laboratorio Voglio fare CinemaMontaggio: KrieathSuono: Riccardo RussoInterpreti: Martina Giusti, Ionut Baciu, Evalina Corradini, Maurizio Ciola e Vialis Stefan Petrica – Produzione: FOCUS-Casa dei Diritti Sociali

e

INSHALLAH

un documentario – Instant movie di
Antonio Laforgia

 
 

Italia, 2011, 59′, colore 

Inshallah è la storia di Mohammed Alì, un ragazzo tunisino di 26 anni. E’ la sua storia, ma è anche quella di un’intera generazione, protagonista della rivoluzione tunisina prima e di un esodo di massa verso l’Europa poi. Ed è la storia di un Paese, l’Italia, che si ritrova ad essere sia il primo approdo, la salvezza, che un ostacolo da superare per raggiungere la Francia ed un sogno di libertà. 
Dopo lunghi tentennamenti il governo concede un permesso umanitario di sei mesi a lui e alle altre migliaia di tunisini sbarcati, e Dalì decide di riprendere il suo viaggio verso la Francia, per ricongiungersi allo zio. Assieme a lui i suoi nuovi amici baresi che lo aiutano a scappare ed in mano una telecamera con cui raccontare il resto della sua avventura. A Ventimiglia l’incontro con altri ragazzi tunisini, bloccati assieme a lui davanti ad una nuova frontiera che sembra volergli chiudere la strada del futuro.Montaggio: Marianna FumaiMusiche: Simone Martorana, Nickolai AlfhorsMix Audio: Renato Minichelli Traduzioni: Angelo De MatteisGrafica : Roberto LetiziaInterpreti: Mohamed Alì Lassoued


 

terzo appuntamento
a cura di Un Ponte Per

mercoledì 7 marzo 2012 – ore 20:00

la regista Carolina Popolani e l’autrice Renata Pedicelli
e
Imen Ben Mohamed (deputata dell’Assemblea Costituente Tunisina)
Isadora d’Aimmo (Istituto Italiano di Scienze Umane – Napoli)
Roberta Denaro ( Istituto Orientale di Napoli )

presentano

ZAYNAB’S SISTERS
  documentario di
Carolina Popolani


Italia/Qatar, 2011, 54′, colore

Chi era Zaynab?
Zaynab al-Ghazali (1917 – 2005) è stata una nota attivista egiziana dei Fratelli Musulmani. Assieme al fondatore Hasan Al-Banna creò il “Movimento delle donne musulmane” egiziane e dedicò la sua vita all’organizzazione pagando anche con la prigione il suo attivismo. Oggi rappresenta un modello per tutte le Sorelle Musulmane.
Asmaa, una giovane egiziana che vive in Italia dall’età di 15 anni, si appresta a partire per le vacanze in Egitto. Una partenza ricca di aspettative per un paese che nel frattempo è molto cambiato e di curiosità verso queste donne di cui lei stessa non sa molto.
Asmaa dunque seguirà una prima parte della storia che ripercorrerà le tappe che hanno visto protagoniste le donne all’interno del movimento dei Fratelli Musulmani.
Quindi seguiremo altre protagoniste che illustreranno i vari aspetti dell’Organizzazione:
la militanza politica per le giovani e le meno giovani, il proselitismo, l’attivismo nella rete, il lavoro nella beneficenza.
C’è anche un uomo, il candidato Mohsen, che vive a Banha, sul Delta del Nilo. Mohsen è stato molto vicino a Zaynab Al-Ghazali e grazie a lui abbiamo recuperato del materiale d’archivio inedito sulla attivista storica. Mohsen gestisce, con l’aiuto di un gruppo di donne, anche molti siti sull’islam e sulla predicazione.
Tutte le nostre protagoniste concordano sul fatto che l’islam ha dato libertà e diritti alle donne e dunque affinché la donna egiziana sia completamente libera basterebbe applicarne i precetti alla lettera. Ma non tutti sono d’accordo su questo, un paio di voci laiche contraddicono le protagoniste: un dibattito più che mai aperto all’interno della società egiziana.
Prodotto da: Bernadette CarranzaRegia: Carolina Popolani Produzione: Shahira Amin, Tiziana Corradini, Lana MusthaqRiprese: Mohamed Kamel, Aiman Atef, Noha El Uztaz, Giulia ZanottoFonici: Mohamed Refaat, Magdi Wahba, Ahmad Galal, Mohamed MekmekMontaggio: Laura De MeoAudio Mix: Maurizio Carta, Michele Salvaneschi Consulente Linguistico: Ahmad Al RousanTraduttori aggiunti: Tarek Osman, Gamal HassaneVoci: Emanuela Amato, Greta Bonetti, Raffaella Castelli, Chiara Papanicolaou, Carolina Popolani, Livia Stamatopoulos, Antonio Bonanotte, Giorgio Stamatopoulos

a seguire

IL VELO NELL’ISLAM.
STORIA, POLITICA, ESTETICA

un libro di Renata Pedicelli


Il calendario completo della rassegna SGUARDI DIRITTI è visionabile qui o attraverso la homepage del sito apollo. 
 
Ricordiamo che c’è un rinfresco pre-proiezione Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 5 € – sottoscrizione libera per ogni evento)
segreteria@apolloundici.it – tel +39 3457330465
seguiteci su Facebook Apollo Undici